Tutto sul fungo criniera di leone
Astrodose

Astrodose

Tutto sul fungo della criniera del leone

I funghi sono una proprietà calda, calda - nonostante loro stessi preferiscano l'umidità e il buio. E Non sono solo quelli magici. Nei caffè alla moda puoi sorseggiare un latte ai funghi, il tuo negozio locale di alimenti salutari ha in magazzino tutti i tipi di integratori e tisane, e persino i funghi champignon nel tuo supermercato locale hanno un'aria raggiante...

Ok, forse esageriamo, ma avete capito bene. Mania dei funghi. Mentre noi siamo devoti del fungo psilocibina, da dove prendiamo i nostri tartufi magici in microdose (sono la parte sotterranea del fungo). Siamo anche fan accaniti di altri tipi di funghi medicinali!

via Wikimedia Commons

Oggi esploreremo un fungo di cui forse avete sentito parlare, una delle stelle della rivoluzione dei funghi medicinali. (Almeno in Occidente... la medicina orientale conosce ovviamente le incredibili proprietà dei funghi da millenni). È il Fungo della Criniera del Leone - sentilo ruggire!

Cos'è il fungo della criniera del leone?

Fungo della criniera del leone (Hericium erinaceus) è un fungo medicinale che è stato conosciuto per secoli per beneficiare di tutto, dal cervello all'umore. Infatti, tali sono le sue capacità di potenziamento del cervello, che viene considerato come un 'nootropico', che fondamentalmente si traduce in 'smart drug'. Sotto la bandiera nootropica sono incluse anche altre sostanze naturali come la caffeina e droghe sintetiche come l'Adderall. 

Che aspetto ha?

Originario del sud-est asiatico, dell'Europa e del Nord America, cresce appeso agli alberi e ai tronchi. È conosciuto in Giappone come yamabushitake che significa 'quelli che dormono sulle montagne". Questo è in riferimento ai monaci dello Shugendo che indossano lunghe e fluenti vesti bianche. Altrove, tuttavia, prende il nome dal "Re della giungla". (Nessuno sa che i leoni in realtà vivere nella savana?!) a causa del suo aspetto ispido. Un po' come un anemone smarrito che cresce sulla terraferma, non assomiglia affatto al simpatico rospo a cui siete abituati. 

Quindi ora sappiamo che ha un aspetto bizzarro. Ma cosa può fare?

Potenzia e sostiene il cervello

Quando si invecchia, il cervello diventa naturalmente più lento. Lo stereotipo di diventare smemorati con l'avanzare dell'età è dovuto al processo molto reale di riduzione dei neuroni e di danneggiamento delle cellule nel corso del tempo. Tuttavia! Gli studi hanno dimostrato che la Lion's Mane combatte questo problema da due punti di vista diversi. In primo luogo, la criniera di leone stimola il fattore di crescita dei nervi (NGF) che è richiesto dal tuo corpo per proteggere e rigenerare i neuroni del cervello.

In secondo luogo, stimola anche la produzione di Brain-Derived Nuerotrophic Factor (BDNF) che, oltre ad aiutare a rafforzare i neuroni, migliora la plasticità del cervello, combattendo gli effetti dell'invecchiamento. In passato si pensava che si fosse bloccati con la quantità di cellule cerebrali che si aveva dall'infanzia in poi. Attraverso la ricerca sulla criniera di leone si sta scoprendo che (per fortuna) questo potrebbe non essere il caso! 

Combatte le malattie neurodegenerative

Queste capacità rigenerative del cervello (descritto sopra) fanno della criniera di leone una possibilità chiave per il trattamento delle malattie neurodegenerative come l'Alzheimer e il Parkinson. Gli studi sui roditori hanno indicato che l'estratto di criniera di leone può proteggere dalla perdita di memoria e dai movimenti involontari - entrambi gli effetti dell'Alzheimer e del Parkinson. Un primo studio sull'uomo (in doppio cieco e controllato con placebo) su un gruppo di 15 persone anziane ha scoperto che la criniera di leone ha migliorato con successo le funzioni cognitive.

Miglioramento dell'umore e della concentrazione

Gli studi hanno dimostrato che l'estratto di criniera di leone può migliorare l'umore. Sia negli studi sugli animali che nei primi studi sull'uomo, i sintomi depressivi sono stati ridotti quando l'estratto è stato assunto. Questo potrebbe essere dovuto alle qualità anti infiammatorie della criniera di leone. Si è scoperto che l'infiammazione cronica è uno dei fattori che contribuiscono ai disturbi dell'umore come la depressione e l'ansia. La riduzione dell'infiammazione aumenta anche il flusso di sangue al cervello, migliorando così la funzione generale. 

C'è anche una ricchezza di prove aneddotiche da parte degli utenti di Lion's Mane dei suoi effetti. Sulle bacheche come Reddit, gli utenti riportano una migliore concentrazione e una riduzione della "nebbia cerebrale". Questa capacità di pensare più chiaramente, così come il miglioramento della memoria e delle capacità decisionali, è molto probabilmente dovuta alla capacità del Lion's Mane di migliorare la neuroplasticità. 

La pila di microdosaggi di Paul Stamets

Anche la criniera di leone è finita sotto i riflettori di recente, a causa della sua inclusione nel Paul Stamets Microdosing Stack. ("Chi, cosa, perché?" vi chiederete...) Paul Stamets è un micologo americano che compare nel recente film 'Fantastic Fungi'. Esperto, oltre che appassionato sostenitore dei funghi, ha ideato il suo sistema di microdosaggio che ritiene essere la chiave per migliorare le funzioni cognitive e vincere la lotta contro le malattie neurodegenerative.

via Wikipedia Commons

Lo 'stack' o 'protocollo' è composto da 3 componenti:

  1. Estratto di Fungo della Criniera del Leone- per le sue capacità di rigenerazione dei neuroni e delle cellule.
  2. Psilocibina - il composto psicoattivo di tartufi magicinoto per creare nuove connessioni neurali e aumentare la plasticità del cervello. 
  3. Niacina - (che è la vitamina B3 per voi e per me!) che lavora per inviare i composti ai punti più lontani del corpo. 

Come prendere la criniera di leone

Il fungo Lion's Mane è, a differenza di molti funghi medicinali, effettivamente commestibile. Può essere cotto, essiccato, mangiato crudo o in infusione nel tè. Il sapore è apparentemente simile a quello dei frutti di mare e può essere piacevole. Tuttavia, se non volete una tazza di tè al gusto di gamberetti, è facile da ottenere come integratore o tintura. Tuttavia, è sempre bene fare una ricerca sul prodotto prima dell'acquisto per controllare il rapporto tra composto attivo e riempitivo. 

Speriamo che questo vi abbia insegnato tutto quello che c'è da sapere su questo arruffato fungo. E, come sempre, vi raccomandiamo di consultare il vostro medico prima di fare qualsiasi cambiamento alla vostra routine di salute.

Condividi questo post

it_ITItalian